Mondi animati, mondi interiori. Altre visioni: l’animazione giapponese

Mondi animati, mondi interiori. Altre visioni: l’animazione giapponese

COD: 978-88-9278-322-5 Categoria:
Publisher: Ultra Edizioni
Product ID: 5375

Descrizione

Forse mai come nel cinema giapponese l’animazione ha conosciuto una storia articolata e dinamica, che viaggiando fra passato, presente e futuro ha coniato un immaginario collettivo tanto affascinante quanto complesso, nonché profondamente radicato nella identità socio-culturale del Paese del Sol Levante. L’enorme produzione di titoli garantisce ormai una fruizione di pubblico davvero imponente, non solo in patria ma in tutto il mondo: una ricchezza che le nuove piattaforme streaming si prestano bene a nutrire. Questo secondo volume della serie Mondi animati e mondi interiori si pone l’obiettivo di portarci lontano, gettando una nuova luce su titoli già celebri e svelando tesori ancora poco conosciuti. Dal grande Studio Ghibli di Hayao Miyazaki al rimpianto Satoshi Kon, passando per la visione dolcemente poetica di Naoko Yamada e per quella estrema e cruda di Katsuhiro Ōtomo, fino a rendere onore all’estro di Michael Arias, il primo regista non giapponese di anime, Laura Civiero e Vera Vano indagano questa multiforme produzione di lungometraggi, abbinando l’analisi storico-artistica e quella psicologica. Un ottimo punto di partenza per approfondire una dimensione narrativa potente, fluida e quanto mai splendente.

LAURA CIVIERO
Nata a Torino nel 1992, ha conseguito un Master in Fine Arts in Filmmaking presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Con Ultra nel 2022 ha pubblicato con Maria Claudia Gurgone Teen Series. Fenomenologia di un guilty pleasure, e nel 2023, insieme a Vera Vano, Mondi animati, mondi interiori. Disney e Pixar: dietro i sogni.

VERA VANO
Psicologa e psicoterapeuta gruppo antropoanalitica e docente della scuola di psicoterapia SGAI, interagisce con diverse realtà familiari e scolastiche con interventi mirati a preservare lo sviluppo cognitivo dei ragazzi e collabora alla presentazione e discussione di libri incentrati sulla gestione delle difficoltà infantili, da quelle legate alla disabilità a quelle emotive, ricoprendo il ruolo di referente scientifico dell’associazione AYE.